Riguardo a me/About me

I am a young artist who works between mediums, and a traveler in search of spaces to continually challenge my foundation of knowledge.

Sono un’artista che lavora tra i diversi mezzi d’arte, una viaggiatrice cerchando dei spazi per provare la mia fondazione di conoscenza.

I created this blog at the start of my gap year last summer as a way to document my thoughts and transitions to new homes, and as the year unfolded I became more comfortable with sharing my process of growth as both an artist, and as a young woman.

Over the span of the year I worked as an Au Pair in homes, a sales associate in a department store, and a writer for Fulfilled Magazine.  I traveled to Italy, London, Dublin, and made friends from 6 continents. I also started learning the language of Italian. I lived in Italy during the quarantine, and am now back home in Philadelphia.

I’m beginning to realize that nothing I experience is ever “finished”. There is no end point to learning a language: it’s something that requires continual practice.  The people I’ve met will always be a part of my life if I let them.  The places I’ve lived are full of memories I will always carry.  I hope to carry all of the parts of this year, both the heavy and light moments into different aspects of my life, channeling them into inspiration for my present self.

Ho creato questo blog all’inizio del mio anno sabbatico l’estate scorso, per documentare i miei pensieri ed i cambiamenti alle nuove case. Mentre l’anno si e svolto, sentivo più comodo di convidere il mio processo della mia crescita: d’un’artista e donna.

La maggiore parte dell’anno lavoravo di Au Pair nelle case, ma anche provavo venditrice nel negozio, e scrittrice per una rivista. Ho viaggiato in Italia, a Londra, e Dublino, e ho fatto dei amici da sei continenti. Ho anche iniziato ad imparare la lingua Italiano. Infatti, vivevo in Italia durante tutta la quarantena.

Sto iniziando di realizzare che tra le cose ho esperito, nessuno sia “finito”. Non c’e un punto finale per imparare una lingua: e qualcosa esigente per la pratica continuale. Come le persone ho incontrato che avranno una parte della mia vita se lo volessi, come i posti in cui vivevo sono pieni dei ricordi che sempre porterò, spero che possa tenere tutte le parte di quest’anno: entrambi il pesante, e la leggera. Spero che io incanalassi questi nei ispirazioni per la mia vita presente.

2 thoughts on “Riguardo a me/About me

  1. After meeting you, I have to admit you are a great person. I learnt a lot and you challenged my toughts.

    Wish you the best,
    Luca

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *